Seth Godin e la Mucca Viola

La Mucca Viola, Seth Godin, Sperling&Kupfer, pagine 185, versione cartacea euro 12, versione ebook euro 9.99

Ho appena terminato di leggere “La Mucca Viola”, testo scritto da Seth Godin nell’ormai lontano 2003.

Il libro è celebre in tutto il mondo come uno dei più particolari testi sul marketing in circolazione. La teoria del suo autore è molto semplice: per fare fortuna, oggi, è necessario distinguersi, inventando una mucca viola in mezzo alle mucche marroni.

“O sei una Mucca Viola o non sei nessuno.

O sei straordinario o sei invisibile.

A te la scelta!”

Recita la quarta di copertina.

Alle tradizionali “P” del mercato, continua Godin, ovvero prezzo, pubblicità, promozione e posizionamento, oggi bisogna aggiungerne un’altra: la p di Purple Cow. Se infatti fino a tutto lo scorso millennio bastava creare un prodotto di consumo di medio livello e spingerlo in modo eccezionale con la pubblicità classica (inserzioni su giornali, volantinaggio, manifesti, spot televisivi), oggi occorre partire da un prodotto eccezionale (prodotto o servizio, il metodo si applica a qualsiasi attività) che come un’epidemia di raffreddore dilaghi.

Come tutti i libri sul marketing neppure Godin ha una ricetta per il “nostro” singolo caso: egli espone le sue osservazioni generali e porta esempi concreti di aziende vincenti. Insomma, ci regala spunti, ci motiva.

Un punto in particolare mi ha colpito: l’autore, descrivendo il comportamento dell’azienda che ha trovato la sua mucca viola (ovvero quello di fare cassa una volta sola e ritirarsi o reinvestire in cerca di una seconda mucca viola), ci dice che, poiché tutto è ciclico, anche il prodotto, per quanto eccezionale, ha una sua vita limitata. Ci fa il caso di Motorola e Nokia (ricordiamoci che siamo nel 2003) scrivendo le testuali parole: “Il cellulare è diventato un prodotto banale. Tutti coloro che lo desiderano l’hanno. Le aziende che hanno messo in atto questa rivoluzione adesso devono affrontare un problema: quale altro prodotto proporre? Cosa devono aggiungere al cellulare per far sì che la gente lo noti? Si può ancora creare un cellulare straordinario?”. Forse il futuro sarà nella direzione che le due aziende stanno studiando, continua Godin, ovvero in quegli apparecchi telefonici in grado di inviare e ricevere fotografie.

Bene, credo tutti abbiate pensato alla fine di Nokia e Motorola e quindi agli Smartphone e Iphone e alle aziende produttrici di questi “nuovi” apparecchi sofisticatissimi. Ma l’esempio che ho riportato serve a far capire come le teorie descritte nel libro siano confermate in molti casi anche dai fatti.

Consiglio quindi la lettura a tutti, anche perché il testo è semplice, scritto in modo chiaro, scorrevole.

Vi lascio con un altro assaggio dalla quarta di copertina: “La mucca viola è qualcosa di fenomenale, inatteso, entusiasmante e assolutamente incredibile che è dentro il prodotto. C’è o non c’è. Punto. In questo libro Seth Godin vi spiega come mettere una mucca viola in tutto ciò che ideate per arrivare a una soluzione che non passi inosservata. Un manifesto per chi vuole creare prodotti o servizi che rimangano memorabili”.

L’autore è anche un famosissimo blogger. Potete trovarlo all’indirizzo https://www.sethgodin.com/

Avv. Giuliano Conconi

mucca viola

Annunci

1 Comment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...